Logo Consulenza Sicurezza Veneto
Mercoledì 23 Agosto 2017


FAQ FONDIMPRESA

I Fondi Paritetici Interprofessionali nazionali per la formazione continua sono organismi di natura associativa.
Sono promossi dalle organizzazioni di rappresentanza delle Parti Sociali attraverso specifici Accordi Interconfederali, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori maggiormente rappresentative sul piano nazionale. Il loro scopo è quello di promuovere la formazione per i lavoratori occupati.
Sono stati istituiti Fondi paritetici per ciascuno dei settori economici dell´industria, dell´agricoltura, del terziario e dell´artigianato.
La particolarità dei Fondi è che possono finanziare esclusivamente Piani Formativi, anche se di diverso tipologia (aziendali, settoriali, territoriali e individuali). Il Piano formativo si differenzia da un normale progetto di formazione in quanto deve essere obbligatoriamente condiviso dalle parti sociali; i piani formativi possono coinvolgere anche i lavoratori con contratti di apprendistato e a progetto.

E’ un fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua. E’ costituito da Confindustria e CGIL, CISL, UIL.
Il suo scopo è quello di incentivare le imprese, di qualunque settore economico, all’investimento nella formazione, privilegiando gli aspetti riguardanti salute e sicurezza. Per questo motivo il fondo finanzia piani formativi aziendali, settoriali e territoriali concordati tra le parti sociali al fine di sostenere la competitività delle imprese e favorire il potenziamento dell’occupabilità dei lavoratori.

Fondimpresa utilizza due canali di finanziamento accessibili entrambi per tutte le aziende: il Conto Formazione e il Conto di Sistema.
L’azienda aderente dispone del 70% dei contributi versati, tramite il Conto Formazione, e può partecipare agli Avvisi del Conto di Sistema, che stanziano risorse provenienti dal restante 26% degli stessi contributi.

Con il Conto Formazione ogni impresa può avviare il proprio Piano formativo entro un mese dalla presentazione. È il conto aziendale nel quale confluiscono le quote che l’azienda accantona mensilmente. La somma a disposizione può essere utilizzata per finanziare piani formativi per i dipendenti. I piani formativi da presentare a Fondimpresa dovranno essere condivisi con le RSU aziendali o con le organizzazioni sindacali del territorio.
Questo Conto è individuale ed è costituito dal 70% del contributo obbligatorio dello 0,30% sulle retribuzioni dei propri dipendenti versato al Fondo tramite l’INPS.
L’imprenditore ha piena libertà nel disporre di tale canale di finanziamento e nel decidere modi e tempi per svolgere la formazione dei propri dipendenti.
Le risorse del Conto possono finanziare fino ai due terzi della spesa complessiva di ciascun Piano formativo, mentre il restante terzo resta a carico dell’impresa titolare e può essere coperto con la spesa sostenuta per i propri dipendenti in relazione alle ore di partecipazione alle attività di formazione.

Con il Conto di Sistema alla piccola impresa è data la possibilità di trovare risorse, partner e assistenza.
Questo è un conto collettivo creato con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di Piani formativi di ampio respiro e orientato a favorire l’aggregazione di imprese su piani formativi comuni, in ambito settoriale o territoriale.
Confluisce in questo Conto il 26% dei contributi versati a Fondimpresa dalle imprese aderenti.  In questo caso i finanziamenti saranno indirizzati a sostenere piani formativi secondo una procedura di pubblicazione di Avvisi, che consente massima trasparenza e pari opportunità di accesso.

Il P.O.A. è il “Piano Operativo delle Attività” di Fondimpresa elaborato all’inizio del 2004, nel quale sono indicati ambiti e priorità di intervento del Fondo.
Nella fase start up, di cui tratta il P.O.A., Fondimpresa sostiene vari “Programmi di Preminente Interesse Settoriale e Territoriale” (PISTE).
Tali Programmi hanno l’obiettivo di rispondere a priorità di innovazione della formazione nelle imprese a livello settoriale e territoriale, e sono avviati attraverso bandi pubblici aperti a tutte le imprese.

Il Piano formativo aziendale, finanziato attraverso il Conto Formazione, consiste in un progetto all’interno del quale l’impresa indica motivazioni, obiettivi e l’articolazione delle azioni formative che intende attivare.
Ogni Piano formativo deve:

  • avere durata massima di 12 mesi della data di avvio della attività formative;
  • esporre il preventivo dei costi da sostenere per la realizzazione delle attività;
  • essere condiviso con un accordo sottoscritto dalle rappresentanze delle parti sociali, a livello aziendale, territoriale, o di categoria.

I Piani formativi devono essere presentati dalle imprese, in forma singola o associata, che hanno aderito a Fondimpresa attraverso le modalità indicate dallo stesso Fondo nella “Guida alla gestione e rendicontazione dei Piani Formativi Aziendali – Conto Formazione”.
Fondimpresa valuterà il rispetto dei criteri stabiliti da parte Piani formativi entro 30 giorni dalla loro trasmissione tramite il sistema informatico (http://pf.fondimpresa.it). In caso di approvazione del Piano formativo Fondimpresa comunica all’azienda interessata l’autorizzazione a dare corso alle attività.

Aderire a Fondimpresa non comporta alcuna spesa aggiuntiva per l’impresa, la quale deve solamente garantire una quota di cofinanziamento del corso, che varia in base alle dimensioni dell’impresa stessa.
Fondimpresa prevede che ciascuna impresa aderente possa richiedere il finanziamento del Piano formativo condiviso con le rappresentanze sindacali fino ad un massimo dei due terzi del costo complessivo preventivato, e comunque nei limiti delle disponibilità finanziarie risultanti sul proprio “conto formazione” al momento della presentazione del Piano a Fondimpresa. Quindi all’azienda è richiesto di concorrere al costo totale del Piano con un importo almeno pari ad un terzo: in pratica, questo cofinanziamento significa per l’azienda coprire il costo del lavoro dei partecipanti ai corsi, cioè il dipendente non sarà impegnato nell’attività lavorativa ma sarà comunque retribuito.

L’adesione a Fondimpresa è possibile per tutte le aziende tenute al versamento del contributo INPS dello 0,30%, utilizzabile come fonte di finanziamento per piani di formazione e aggiornamento del proprio personale dipendente.

I piani formativi aziendali presentati a valere sul “Conto Formazione” di Fondimpresa devono prevedere un finanziamento minimo di Fondimpresa pari a 4.000 euro ed avere un valore minimo complessivo, comprensivo della quota a carico dell’impresa proponente, almeno pari a 6.000 euro.

Per ottenere l’erogazione l’azienda deve trasmettere a Fondimpresa determinati documenti entro la data di fine attività indicata nel Piano formativo. La liquidazione delle spese relative al Piano Formativo avviene a consuntivo a seguito dell’approvazione del rendiconto da parte di Fondimpresa. Entro venti giorni dalla data di approvazione della rendicontazione finale avverrà l’erogazione mediante bonifico bancario sul conto corrente comunicato dall’azienda.

Si. L’azienda può chiedere l’erogazione dell’anticipo fino al 70% dell’importo del finanziamento entro 90 giorni dalla comunicazione di ammissione al finanziamento. L’anticipo verrà erogato entro 20 giorni dalla data di presentazione della documentazione da parte dell’azienda, a condizione che tale documentazione rispetti ciò che stabilito dalle “Linee Guida alla gestione e rendicontazione del Piano formativo”.

L’azienda dovrà sostenere il costo del personale in formazione. Questo costo si riferisce alla retribuzione lorda, oneri assistenziali e previdenziali, TFR, XIII e XIV mensilità, riferiti al personale relativamente al periodo in cui lo stesso è impegnato nel Piano di formazione. In particolare, tale tipologia di costo può costituire esclusivamente quota di cofinanziamento a carico dell’azienda, anche in misura superiore al valore minimo richiesto pari ad un terzo dell’importo complessivo del Piano.

La procedura di adesione a Fondimpresa è semplice e non deve esser rinnovata una volta fatta: l’azienda deve solo compilare il modello DM/10 inserendo la dicitura “adesione fondo”, il codice Fondimpresa (cioè FIMA) e il numero dei dipendenti interessati all’obbligo contributivo (solo quadri, impiegati e operai).  In questo modo si manifesta la volontà di affidare a Fondimpresa il proprio contributo INPS dello 0,30%.

Ogni azienda aderente deve registrarsi all’Area riservata per poter fruire di tutte le opportunità offerte da Fondimpresa. La procedura da seguire per registrarsi è la seguente:

  • aver aderito a Fondimpresa;
  • cliccare nella sezione “Registrazione” del sito www.fondimpresa.it (in alto a destra);
  • scegliere la voce “Responsabile aziendale”;
  • compilare i dati richiesti.
  • accettare l’informativa sulla privacy (D.Lgs 196/2003);
  • cliccare su “Invia”.

Una e-mail di “presa in carico della registrazione” seguirà l’avvenuto completamento della procedura, poi una seconda e-mail ne darà conferma attraverso l’indicazione dell’indirizzo della sede legale dell’azienda risultante dai dati INPS presso cui saranno inoltrate Login e Password in busta chiusa, a mezzo posta prioritaria, all’attenzione del legale rappresentante. Per motivi di sicurezza, trascorsi sei mesi senza che l’azienda l’adoperi, la password verrà automaticamente disabilitata.

 

Ultima verifica: 31/05/2015


Torna Su