Logo Consulenza Sicurezza Veneto
Martedì 23 Gennaio 2018


FAQ – ISO 9001:2015

È lo standard internazionale che definisce i requisiti del Sistema di Gestione per la Qualità di un’azienda o di una organizzazione in genere. È stata emessa dall’ISO (International Organization for Standardization) che è l’associazione mondiale degli enti nazionali di normazione.

La norma è applicabile da parte di qualsiasi organizzazione: grande o piccola, e all’interno di qualsiasi settore.

Gli obiettivi primari del Sistema di Gestione per la Qualità sono: assicurare che il prodotto/servizio realizzato da una organizzazione sia conforme ai requisiti specificati; migliorare la soddisfazione del cliente e il miglioramento continuo.

I requisiti specificati sono costituiti dalle prescrizioni che l’azienda si impegna a soddisfare con la stipula di un contratto. Possono essere definiti: dall’azienda (per esempio nel catalogo, nell’offerta); dal cliente (per esempio nel capitolato, nei disegni, nell’ordine); da prescrizioni di legge (es. prodotti soggetti a marcatura CE).

Definire le regole per tenere sotto controllo tutti gli elementi che possono influenzare la conformità ai requisiti del prodotto/servizio realizzato e la capacità di soddisfare le aspettative del cliente:

  • metodi di lavoro;
  • personale;
  • attrezzature e ambiente di lavoro;
  • strumenti di misurazione;
  • fornitori;
  • materiali;
  • documenti.

  1. Identificare gli obiettivi aziendali, cioè definire lo scopo della certificazione;
  2. Analizzare le modalità operative in vigore al fine di identificare gli scostamenti rispetto a quanto
  3. richiesto dalla norma e dagli obiettivi aziendali;
  4. Individuare le soluzioni per recepire le prescrizioni della norma e conseguire gli obiettivi aziendali;
  5. Elaborare la documentazione che descrive il sistema;
  6. Istruire il personale interessato all’applicazione del sistema;
  7. Attuare il sistema;
  8. Verificare l’efficacia dell’applicazione del sistema; Attuare azioni per il miglioramento.

La norma UNI EN ISO 9001 prescrive i seguenti documenti:

  • Politica per la Qualità, che identifica gli obiettivi del Sistema di Gestione per la Qualità;
  • Manuale della Qualità, che descrive l’organizzazione e come i requisiti della norma sono applicati;
  • Procedure Operative che descrivono le modalità e le responsabilità per: il controllo dei documenti e delle registrazioni; la gestione delle non conformità; la gestione delle azioni correttive e preventive; Organigramma, mansionari o documenti analoghi che descrivono la distribuzione delle autorità e delle responsabilità per l’applicazione del Sistema di Gestione per la Qualità;
  • Documenti di registrazione, che hanno lo scopo di dare evidenza delle attività eseguite e dei risultati conseguiti. L’elaborazione di ulteriori documenti di dettaglio (es. altre Procedure Operative, Istruzioni Operative, Piani di Controllo) è lasciata alla libera scelta dell’organizzazione in funzione delle proprie esigenze e criticità.

La norma UNI EN ISO 9001 rappresenta un modello per la gestione dei processi ampiamente sperimentato e riconosciuto, ed inoltre può essere certificato.

Per certificazione UNI EN ISO 9001 si intende l’attestazione da parte di un organismo indipendente che il sistema di gestione per la qualità di un’organizzazione è conforme ai requisiti stabiliti dalla norma UNI EN ISO 9001.

Per fornire ai propri interlocutori (clienti, pubblica amministrazione, associazioni dei consumatori, etc.) maggiore confidenza della capacità di controllare i processi di realizzazione del prodotto/servizio e di far fronte agli impegni presi con il cliente.

  1. Scelta dell’Organismo indipendente e stipulazione del contratto;
  2. Verifica documentale: l’Organismo prescelto verifica che la documentazione del sistema sia conforme alla norma e adeguata per l’azienda;
  3. Audit: l’Organismo prescelto verifica sul campo l’attuazione del Sistema di Gestione per la Qualità;
  4. Risoluzione anomalie: si concordano con l’Organismo le azioni da intraprendere per risolvere gli eventuali rilievi emersi;
  5. L’Organismo prescelto emette il certificato.

In generale i tempi richiesti vanno da sei a dodici mesi, ma ovviamente dipendono da diversi fattori, quali: la complessità dell’organizzazione, il settore di attività, l’impegno profuso, i requisiti cogenti applicabili ai prodotti.

Il certificato precisa a quali attività viene applicato il Sistema di Gestione per la Qualità e in quali siti operativi dell’azienda. Il certificato ha validità triennale ed è subordinato all’esito positivo delle verifiche periodiche (di norma ogni dodici mesi) eseguite dall’Organismo di certificazione.

La struttura del Sistema di Gestione per la Qualità previsto dalla norma UNI EN ISO 9001 è compatibile con il Sistema di Gestione Ambientale previsto dalla norma UNI EN ISO 14001 e con il Sistema di Gestione della Sicurezza. È quindi possibile sviluppare un Manuale che integri più sistemi e utilizzare procedure e altra documentazione in comune. Si deve però ricordare che non esiste una unica certificazione che valga simultaneamente e indifferentemente per più sistemi.

Un consulente può svolgere un ruolo positivo perché:

  • dispone del know-how necessario per aiutare l’azienda ad individuare le migliori soluzioni;
  • porta esperienze acquisite in ambiti diversi;
  • non è condizionato nel valutare la realtà aziendale

Ultima verifica: 21/12/2017


Torna Su